George Orwell

1984



adattamento Michael Gene Sullivan
regia Tim Robbins

con
Pierre Adeli
Brian Finney
Colin Golden
Lee Hanson
Will McFadden
Bob Turton

luci Bosco Flanagan
suono David Robbins
direttore di scena Cihan Sahin
assistente alla direzione di scena Dora Kiss

presentato su licenza di AM Heath
per conto degli eredi di Sonia Brownell Orwell

fotografie Dianna Oliva-Day

una produzione The Actors’ Gang
direttore artistico Tim Robbins
direttore artistico associato Cynthia Ettinger
direttore operativo Simon Hanna
in collaborazione con CRT Milano e Change Performing Arts



In un mondo in cui il perpetuarsi della guerra è giustificato dalla lotta al terrorismo e i nostri governanti hanno perso credibilità, dove la libertà di parola è solo una memoria, un gruppo di agenti conduce l’interrogatorio di Winston Smith in seguito al ritrovamento del suo diario, per costringerlo a confessare i suoi crimini contro lo Stato e la sua ultima ribellione: il suo amore per 9752 Larson, ovvero Julia. 

"Nel nuovo millennio siamo indotti a pensare di essere sotto costante minaccia da parte dei terroristi, degli stranieri, degli emarginati, del ragazzo nel drugstore o del bambino di colore all’angolo!
A ogni attacco suicida, Osama Bin Gangsta, il radicale, la bambinaia che compie abusi, l’ambientalista è lì fuori per farti del male, quindi ti prego non fare caso che la Nazione che i tuoi genitori hanno contribuito a fondare ti è stata rubata da sotto il naso, e stai perdendo i diritti conquistati in centinaia di anni di lotte sanguinose. 
Il dubbio è tradimento, e la Paura ti distrarrà, e il messaggio che passa è: devi avere paura, molta paura. 

Il Grande Fratello dice: l’Ignoranza è Forza, la Libertà è Schiavitù, la Guerra è Pace".

Michael Gene Sullivan



GEORGE ORWELL | Orwell (pseudonimo di Eric Blair) nasce in India, figlio del Raj britannico. Fino dall’età di cinque o sei anni, sente di dover diventare uno scrittore, e quindi leggere molto. Ma quando a 13 anni, scopre che ad Eton dove è iscritto non insegnano letteratura, si dedica da autodidatta allo studio dei maestri della prosa inglese che più gli piacciono, tra cui Swift, Sterne e Jack London. A 19 anni, entra a far parte della Polizia Imperiale indiana, ma ben presto si rende conto che oltre a sottrarre tempo alla sua attività di scrittore, ciò significa avvallare un sistema politico in cui non crede. Desidera "sfuggire da... ogni forma di dominio dell’uomo sull’uomo" (La strada di Wigan Pier, 1937). All’età di ventiquattro anni, torna in Inghilterra, e si stabilisce in un piccolo appartamento in un quartiere degradato, deciso a imparare a scrivere, e allo stesso tempo di trasformarsi da Eric Blair, ex studente di Eton e poliziotto coloniale inglese, in George Orwell, inclassificabile antiautoritario. Vivendo tra gli emarginati, riceve l’incarico dal Left Book Club di studiare le condizioni dei poveri e disoccupati. Da questa esperienza si sviluppa La strada di Wigan Pier. Nel 1936 va in Spagna per seguire la guerra civile tra comunisti e socialisti repubblicani in opposizione alla rivoluzione militare fascista di Franco. A Barcellona, fa esperienza dell’annullamento delle differenze di classe e si convince che un mondo socialmente consapevole è possibile, ma solo per rimanere deluso quando la fine della guerra porta a un "ritorno alla normalità", e lui diventa persona non grata. Queste esperienze lo convincono che, se c’è speranza, c’è anche qualcosa nella natura umana che sembra cercare la violenza, il conflitto, il potere sugli altri. Nel 1938 si ammala di tubercolosi e allo scoppio della seconda guerra mondiale viene riformato come fisicamente non idoneo. Ma comunque ha dato il suo contributo e alla fine della guerra, si trasferisce con la famiglia in una remota isola al largo della Scozia, dove crea le sue due opere più durature: La fattoria degli animali e 1984.

TIM ROBBINS | Direttore Artistico di The Actors’ Gang, è annoverato tra la voci più autorevoli e provocatorie del cinema contemporaneo. Vincitore di un premio Oscar e dal talento poliedrico, ha scritto, diretto e interpretato film come, Dead Man Walking, Le ali della libertà, Mystic River, The Player, Bob Roberts, Bull Durham, Jacobs Ladder, Mister Hula Hoop, La vita segreta delle parole e Il prezzo della libertà. Inoltre, Robbins ha continuato a impegnarsi nel teatro negli ultimi 35 anni, come attore, regista, drammaturgo e direttore artistico di The Actors’ Gang. È inoltre attivo nello sviluppo dei programmi educativi di  The Actors’ Gang, programmi artistici che coinvolgono centinaia di studenti e carcerati, sia donne che uomini, nello stato della California.

THE ACTORS’ GANG | Durante i suoi 35 anni di vita, The Actors’ Gang si è guadagnata riconoscimenti internazionali per aver messo in scena più di 150 nuovi e anticonvenzionali testi teatrali e dinamiche re-interpretazioni dei classici, andate in scena a Los Angeles, in 39 degli Stati Uniti e in 5 continenti. Guidata dal direttore artistico Tim Robbins, la compagnia è stata fondata nel 1981 da un gruppo di artisti con gli stessi ideali e mossi dalla volontà di produrre spettacoli teatrali che abbiano un senso per la società in cui viviamo e restituire al palcoscenico la sua originale funzione di luogo sacro.  Attraverso un avanzato programma didattico, gli attori della compagnia introducono le tecniche teatrali a studenti a rischio incoraggiandoli a scoprire la loro creatività. Il progetto dedicato alle prigioni - recentemente riconosciuto dalla Casa Bianca e dal Dipartimento di Giustizia coinvolge attualmente otto istituti penitenziari in California, dando l’opportunità ai carcerati, uomini e donne, di avere accesso a programmi di riabilitazione, che hanno abbassato in modo significativo la percentuale di recidiva. La prima tournée internazionale di The Actors’ Gang è nel 1989, quando presenta al Festival di Edimburgo, Carnage, a Comedy, presentata poi al Public Theater di New York. Da allora la compagnia ha fatto tournée in Europa, Asia, Australia e l’intero continente americano, con diverse produzioni, tra cui Sogno di una notte di mezza estate, George Orwell’s 1984, The Trial of the Catonsville 9, The Guys, The Exonerated, Moliere’s Tartuffe, e Embedded, una satira contro la Guerra in Iraq. 


San Nicolò Sala Convegni
30 GIUGNO 21:30
...................................................
01 LUGLIO 16:00
...................................................
02 LUGLIO 12:00
...................................................
03 LUGLIO 20:00
...................................................
BIGLIETTI
posto unico € 35,00

durata: 2 ore e 15 minuti (con intervallo)
SFOGLIA
IL PROGRAMMA
Tutti gli spettacoli e gli eventi di Spoleto59
SCARICA
IL PROGRAMMA
Tutti gli spettacoli e gli eventi di Spoleto59 da scaricare
ACQUISTA ORA
I BIGLIETTI
Biglietteria Online
Per info e prenotazioni visita la pagina
BIGLIETTERIA